Crea sito

Angelo Di Gianfilippo

Il Canto delle Donne

2020

tecnica mista su carta washi 

55x43 cm

All’inizio di dicembre 2019 migliaia di donne cilene si sono ritrovate di fronte all’Estadio Nacional di Santiago del Cile per cantare “Un violador en tu camino” (“Uno stupratore sulla tua strada”), anche conosciuta come “El violador eres tú” (“Lo stupratore sei tu”), una canzone che in poche settimane è diventata un inno femminista in molti paesi del mondo. La manifestazione era stata promossa attraverso i social network con l’obiettivo di denunciare le violenze contro le donne e il sistema del patriarcato che secondo diversi gruppi femministi continua a permeare la società cilena.

Migliaia di donne, molte delle quali con una benda sugli occhi, hanno ripetuto più volte la canzone e i movimenti associati alle parole, seguendo le indicazioni date da alcune attiviste con il megafono.

 “Un violador en tu camino” canzone composta da un piccolo collettivo femminista, è stata cantata in diverse città dell’America Latina, degli Stati Uniti e anche dell’Europa.

È stata cantata anche fuori dall’Estadio Nacional a Santiago, luogo che fu usato come centro di tortura del regime militare guidato dal generale Augusto Pinochet durante la dittatura in Cile.

La canzone contiene riferimenti all’esercito cileno, chiamati in forma dispregiativa “pacos” e accusati di avere commesso stupri e abusi sessuali contro diverse donne fermate durante le proteste antigovernative che hanno coinvolto tutto il paese negli ultimi mesi del 2019.

La forza di questo canto di denuncia unita alla coreografia messa in scena nelle piazze di tutto il mondo ha avuto un impatto così intenso da spingere l’artista romano ad intraprendere una ricerca ed un lavoro su questo tema.

  • Farfalle, 2020 stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici
  • Maschera verde 2020 - Tecnica mista - 55x43 cm
  • Maschera d'oro - 2020 - Tecnica mista - 55x43 cm
  • Senza titolo - 2020 - Tecnica mista - 55x43 cm
  • Senza titolo - 2020 - Tecnica mista - 55x43 cm
  • Senza titolo - 2020 - Tecnica mista - 55x43 cm
Sofia

Sofia

2019

stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici e china su carta washi, 55x43 cm

Euro 300€ cad. + spese di spedizione

Senza titolo

Senza titolo

2019 

stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici e china su carta washi, 55x43 cm

Euro 300€ cad. + spese di spedizione

Onda

Onda

2019 

stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici e china su carta washi, 55x43 cm

Euro 300€ cad. + spese di spedizione

Luna

Luna

2019 

stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici e china su carta washi, 55x43 cm

Euro 300€ cad. + spese di spedizione

Senza titolo

2019 

stampa d’arte monotipo, opera unica, acrilici e china su carta washi, 55x43 cm

Euro 300€ cad. + spese di spedizione

Opera candidata al concorso 9" Margini

Donne ai margini

2019.

stampa d’arte monotipo, acrilici e polvere di bronzo su carta washi. 

23 cm x23 cm.

Euro 250€ cad. + spese di spedizione

 

Qualcosa è cambiato e sta cambiando negli ultimi anni in Africa. Un continente conoltre 1 miliardo di abitanti, per la prima volta nella sua storia nel 2006, ha eletto un capo di stato donna. Ellen Johnson-Sirleaffu eletta presidente della Liberia, cosi come nel 2018 è stata eletta Sahle-Work Zewdepresidente della Repubblica Etiope.

Raggiungere uguali diritti e trattamento tra uomini e donne appare ancora lontano, specie in Africa. Le donne africane faticano maggiormente ad ottenere un lavoro dignitoso, l'accesso alle cure all'acqua e non solo;la donna è ancora largamente vittima di persistente discriminazione sociale, di stereotipi e violenza, e ciò impedisce di esprimere il loro pieno potenziale.

La donna in Africa ha scarsissimo potere politico ma è, di fatto, colei che tiene in piedi una società che spesso frana da tutte le parti.

Angelo Di Gianfilippo

Nato a Roma nel 1974 dove vive e lavora.

Artista formatosi presso la Scuola d’Arti Ornamentali San Giacomo di Roma. Ha frequentato corsi di disegno dal vero e nudo, approfondendo con passione le tecniche di incisione e stampa d’arte. In questi ultimi anni si avvicina allo studio della litografia e alle tecniche di stampa monotipo presso l’Accademia di Belle Arti di Lodz (Polonia).

Riceve nel 2016 per il concorso “Arte in Luce” bandito dall’Università di Roma “La Sapienza” sul tema dell’integrazione e multiculturalità, una menzione pittorica di merito per due lavori presentati (china su carta).

Espone lo stesso anno presso il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università degli Studi de La Sapienza Università di Roma (2016).

Partecipa negli anni successivi a numerose collettive tra le quali nel 2018 alla VII edizione della Biennale Metropoli di Torino dove presenta dei lavori sul tema dell’”equilibrio precario”. Nella danza, la ricerca di equilibrio e il gesto pittorico sono dei temi che hanno da sempre affascinato l’artista.

Risulta vincitore nel 2018 del contest “Cover d’artista” per il Programma ufficiale del 2018 degli Internazionali BNL d’Italia di Tennis bandito Federazione Italiana Tennis.

Espone nel 2018 presso gli spazi dell’Accademia di Belle Arti di Lodz (Polonia) presentando vari lavori di litografie e stampe d’arte monotipi.

Espone sempre nello stesso anno, nella città di Pisa presso il Cinema Lumiere in occasione della rassegna “RONZII – ARTE IN SUBBUGLIO”, presentando una litografia dal titolo “Africa” (2018). Negli ultimi anni approfondisce la tecnica di stampa d’arte monotipo, non limitandosi solo alle tecniche di stampa dei lavori, ma intervenendo in modo diretto sugli stessi, con chine acrilici e rapidograph.

Risulta secondo classificato nel concorso denominato “9” Margini” bandito da Studio Lab 138, con l’opera “Donne ai margini” (monotipo, 2019).

Espone stabilmente presso la galleria Spazio 40 di Roma.

Espone nell’ottobre del 2019 presso il Museo della II Legione Partica ad Albano Laziale in occasione della mostra-concorso 9” Margini.

Espone nel novembre 2019 presso la Sala delle Armi del Comune di Nemi in occasione della mostra-concorso 9” Margini.

Artist Statement

L’interesse principale del lavoro dell’artista negli ultimi mesi è orientato sulla creazione di processi di stampa d’arte su carta washi senza l’ausilio di macchine o supporti meccanici.

Iniziato come pura sperimentazione tecnica, presso l’Accademia di Belle Arti di Lodz (Polonia), il lavoro di ricerca ha messo in evidenza che, le matrici realizzate esclusivamente dai collage di ritagli di magazine di moda, in molti casi mutavano la loro identità.

Procedendo con la sperimentazione, per ragioni fisico/meccaniche, legate alla tipologia di carta e alle caratteristiche fisiche degli inchiostri, la ricerca dei soggetti, avveniva sempre più spesso prelevando le immagini da riviste stampate in offset su carta patinata.

Le matrici uniche realizzate una volta restituite su fogli di carta giapponese (washi), hanno rivelato proprie caratteristiche peculiari che hanno dato origine ai lavori “S(oggetto)” presentata successivamente alla prima personale dell’artista presso LAB138 e il “Il Canto delle Donne”.

Mostre

Mostre personali

2019

S(oggetto), Studio Lab 138 Pavona di Castel Gandolfo (Rm)

 

Premi

2019

II classificato concorso 9” Margini

 

2018

Cover d’artista, vincitore del contest Internazionali BNL d’Italia di Tennis, bandito Federazione Italiana Tennis

 

2016

Menzione pittorica di merito

“Arte in Luce”, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

 

 

Mostre collettive

2019

Orange, galleria Spazio 40 di Roma

9” Margini, Studio Lab 138 outdoor, Palazzo Ruspoli, Nemi (Rm) 9” Margini, Studio Lab 138 outdoor, Museo II Legione Parthica, Albano Laziale (Rm)

9” Margini, Studio Lab 138 Pavona di Castel Gandolfo (Rm)

“Roma in 100 Centimetriquadri” 2019 Spazio 40 di Roma

 

2018

Collettiva d’arte contemporanea, galleria Spazio 40 di RONZII – ARTE IN SUBBUGLIO, Cinema Lumiere, Pisa Collettiva, Accademia di Belle Arti di Lodz (Polonia)

VII edizione della Biennale Metropoli di Torino, Torino

 

2016

Concorso “Arte in Luce” - Museo dell'Arte Contemporanea MLAC - Sapienza